| calendario | produzioni | contatti | bio | link

Siamo nell’ anno di stabilità 632 d.F. (dopo Ford), l’inizio di una nuova era in cui viene istituito
un nuovo modo di vivere e di pensare la società.    
Si tratta di un mondo perfetto, senza pieghe e  senza piaghe, non esistono ferite attraverso cui entrare o uscire, non c'è spazio per il dolore, non esistono momenti di sofferenza, di ribellione, non una guerra non una sciagura, non una morte accompagnata dal pianto.
La popolazione, educata ad una felicità sintetica (la razione quotidiana di Soma è una garanzia contro ogni disagio), smette di sentire la propria natura; l’appiattimento della vita individuale gonfia la vita di una collettività forzata.
Il Selvaggio, raro esempio di una società dimenticata in cui si nasce dal ventre materno e si muore di vecchiaia, resiste al piano di rieducazione a cui il sistema lo sottopone. .
Questo Mondo Nuovo liberato dalle bruttezze e dalle passioni vive come in un’assenza, in un profondo vuoto.

 

 

 

 

 

| credits

| video

| Studi per un teatro apocalittico
    S P E T T A C O L O    S I N T E T I C O   P E R   L A   S T A B I L I T A'   S O C I A L E